Lagache Daniel (1903-1972)

Laureato in filosofia e in medicina, psicoanalista e insegnante universitario. Dal 1933 al 1936 è in analisi con Rudolph Loewenstein. Nel 1937, a seguito della sua relazione su Lutto, malinconia e mania, diviene membro della Società Psicoanalitica di Parigi. Nel 1953, in coincidenza con le dimissioni da presidente della Società Psicoanalitica di Parigi rese da Lacan, Lagache Dolto e Favez-Boutonier si dimettono dalla stessa e annunciano la fondazione della Societé française de psychanalyse alla quale Lacan si associa. Dieci anni dopo è tra chi (Georges Favez, Favez-Boutonier, Granoff) sottoscrive la mozione d’ordine intesa a radiare Lacan dal novero degli analisti della Societé française de psychanalyse abilitati alla didattica. Dopo la dissoluzione della Societé française de psychanalyse, nel 1964, contribuisce a fondare, divenendone il primo presidente, l’Association psychanalytique de France, riconosciuta nel 1965 dalla Associazione Psicoanalitica Internazionale.

lagachb1 Albero analitico di Daniel Lagache

La tecnica assoluta

Qual è la tecnica, diciamo anche, la tecnica assoluta che Lagache ha in mente? Lo riferisce Granoff citato da Mario Francioni nella sua Storia della Psicoanalisi francese. E’ “una tecnica in cui l’analizzato sarebbe entrato da una porta e si sarebbe sdraiato sul divano, mentre l’analista, entrato dalla porta opposta, si sarebbe sistemato sulla poltrona che avrebbe abbandonato allo stesso modo alla fine della seduta, senza che il paziente l’avesse mai visto”.

Links

Daniel Lagache (in inglese)

OPERE
Oeuvres (6 vols.), Paris, Presses Universitaires de France, 1977-1986
The Work of Daniel Lagache: Selected Papers 1938-1964, London, Karnac Books, 1993

Consultare:

Elizabeth Roudinesco, “Deux nouveaux maîtres: Sacha Nacht et Daniel Lagache”, in La bataille de cent ans. Histoire de la psychanalyse en France, Seuil, Paris, 1982.

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL