• img
Attraversare – Vol. 33 del Giornale Storico

Editoriale

È l’azione mediante la quale si passa, si transita, da un punto all’altro, da un luogo all’altro, ma, anche da un pensiero (che attraversala mente) all’altro. È un atto che presuppone energia in movimento. E’ verbo dall’azione multipla: non si può attraversare un muro (fisicamente), ma certamente si può attraversarlo simbolicamente. Attraversare il muro dell’incertezza, dell’indifferenza, dell’odio. Un muro lo immaginiamo come qualcosa di statico (pietra su pietra), ma molto spesso è semplicemente un’ideologia che non ammette evoluzione. L’ideologia è un muro che ci separa, ci divide dall’altro: è invisibile, ma sostanziale. Ha sostanza: è come quelle assenze che hanno la stessa forza e l’intensità delle presenze. La presenza è, almeno in parte, tangibile: chi è fisicamente presente, però, potrebbe comunque essere altrove con la mente, col pensiero, col cuore, mentre l’assenza si rivela presenza intangibile: il pensiero dell’altro mi invade sovrastando tutti gli altri pensieri.
Attraversare è la condizione fondamentale del mutamento, ma una volta attraversato il fiume devi lasciare la zattera sulla riva che hai raggiunto e proseguire…dunque attraversare è una condizione di ‘eterno fluire’ Anche essere ‘attraversati’ da una sequenza di pensieri, o di immagini è una condizione del mutamento del nostro esser-ci..
La vita è transito, attraversamento: dal nulla dobbiamo attraversare l’esperienza della ‘gestazione’, attraversare ‘la porta stretta’, entrare nel tempo, attraversarne la durata concessa, e tornare al nulla . Oppure per chi ha imparato a nutrire il sentimento dell’infinito, o ha intravisto una prospettiva di eternità, coltivare il sogno che la fine del processo biologico corrisponda (attraverso la morte) all’inizio dell’esperienza spirituale.
In un certo senso, quando si dice che la vita è un dono, possiamo pensare che è, semplicemente, un’opportunità: quella di sperimentare i vissuti dell’esperienza fisica. Con il compito di dare un senso, un significato e un ‘telos’ a questo transito. Poi, attraverso l’esperienza del sogno si può recuperare un ‘altro mondo’, o ‘mondo altro’, una vera e propria seconda opportunità. I nostri sogni rivelano ciò che l’occhio fisico non può vedere ed aprono la mente ad una diversa dimensione dell’essere: quella psichica. Sognare è un’attività rigeneratrice e rivelatrice. E’ un attraversare, sulla ‘zattera delle immagini’ lo spazio-tempo, dandoci una ulteriore narrazione del nostro vivere, esperienza che ci consente di percepire e dialogare, di navigare nell’immenso mare dell’Inconscio.
Nel pensare questo editoriale mi è venuta in mente una fotografia che è iconica, del nostro, appena trascorso, tempo: i Beatles che attraversano la strada per raggiungere lo studio di registrazione in Abbey Road. Quando si scatta una foto spesso non sappiamo che quando la vedremo, ci rivelerà molte più cose: quelle che nella fase di ‘cattura dell’immagine’ o fase di ripresa, ‘non avevamo colto’ o pre-visto. Nell’attimo stesso in cui ‘scattiamo’, l’immagine non c’è più. Nel flusso continuo (il continuum spazio-temporale in cui siamo immersi) la fotografia fissa un momento, un attimo preciso, trasformandolo in un’indicazione ‘eterna’: quel momento che non esiste più, esiste per sempre. Chi fece quella fotografia, probabilmente voleva soltanto rendere testimonianza di un momento della loro vita, ma, inconsapevolmente, ha fissato, nel tempo non solo un gesto elementare (quello di attraversare delle strisce pedonali) ma anche il suo equivalente simbolico: attraversare una fase della vita.
Un pensiero, grato, a quanti hanno attraversato momenti della loro riflessione, regalandoci spunti e prospettive, contribuendo così a dare spessore a questo numero.

Sommario

  • Francesco Frigione – Il “Profondo” digitale. Una nuova frontiera dell’inconscio
  • Silvana Lucariello – Attraversare l’assenza
  • Claudio Maddaloni – Attraverso l’Arte verso l’Individuazione: La donna cannone e la saggezza nell’arte, Testo e musica di Francesco De Gregori
  • Marina Malizia – Attraversare Torino. Un rendez-vous con l’animus tra Arte, Storia e Magia
  • Valentina Marra – Attraversare la soglia dell’inferno psichico con Caronte
  • Anna Maria Meoni – Il ritorno del migrante artista attraverso le Opere d’Arte: ‘900 Pollock J., Freud L. Mantovani A.
  • Patricia Pagoto – Attraversare. Variazioni sul tema
  • Sandra Pierpaoli – Viaggio nelle Metafore dell’’Essere: attraversare i luoghi del “come se”
  • Virginia Salles – Attraversare il tramonto
  • Marialuisa Vallino – Attraversare l’invisibile: l’Anoressia come eclissi del Sé
Condividi:
L'autore
CSPL