Spitz René Árpád (1887-1974)

Nato a Vienna, di origine ungherese. Si laurea in medicina a Budapest nel 1910. È analizzato da Freud nel 1919, su consiglio di Ferenczi.
Diventa membro dell’Istituto Psicoanalitico di Berlino.
Si trasferisce a Parigi, poi emigra negli Stati Uniti, stabilendosi prima a New York e poi, definitivamente, a Denver, Colorado.
È suo il concetto di depressione anaclitica.
Studia empiricamente i bambini nei primissimi anni di vita sia ricorrendo alla osservazione diretta (infant observation) sia a riprese filmate (screen analysis).

spitzb2 spitzb1

Links

René Árpád Spitz (in inglese)

René Árpád Spitz (in inglese)

spitzb4 spitzb3

Tra i suoi lavori:

No and yes: On the genesis of human communication, International Universities Press, New York, 1957;

A genetic field theory of ego formation, International Universities Press, New York, 1959;

The first year of life, International Universities Press, New York, 1965 (Il primo anno di vita del bambino, ripubblicato da Giunti nel 2009).

Anche pubblicati in italiano:

Teoria di un campo genetico nella formazione dell’ego, 1962, La Nuova Italia, Firenze, 1976;

Dialoghi dall’infanzia. Raccolta di scritti, 1985, Armando, Roma, 2000.

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL