Fernando Pessoa, l’io profondo e gli altri io

Dettaglio eventi


Fernando Pessoa, una delle figure più enigmatiche della letteratura, è uno di quegli scrittori che non riusciamo più a dimenticare dopo averlo letto. Ogni sua frase o poesia ci trascinano verso un abisso senza fondo, ci aprono a rivelazioni
inaspettate ed a profonde riflessioni su noi stessi e sul significato di vivere.
Per Pessoa ogni individuo è una realtà infinita e le sue parole sono una vera e propria celebrazione dell’unicità dell’essere umano: “Non ci sono regole. Tutti gli uomini sono eccezioni a una regola che non esiste”.

Un “baule pieno di gente” fu ritrovato dopo la sua morte: un’infinità di scritti inediti attraverso i quali Pessoa tentava di trasformare il materiale grezzo delle sue sensazioni in poesia e di dare vita così alla moltitudine di personaggi che lo abitavano. E’ attraverso la propria molteplicità che il grande poeta portoghese riesce ad offuscare la luce della nostra coscienza, sovvertire le nostre certezze, destabilizzare i valori su cui si sorregge ciò che chiamiamo civiltà e farsi portavoce della grande Ombra e della disperazione dell’uomo moderno.
L’interesse suscitato, in particolare dalla sua esasperata ricerca dell’identità e dall’adozione delle numerose “maschere”, gli eteronimi, nonché dalla sua singolare biografia priva di eventi, hanno contribuito alla creazione della leggenda di Pessoa,
inscindibilmente legata alla sua complessa personalità.

“Fernando Pessoa non riuscì mai a essere davvero sicuro di chi fosse, ma grazie al suo dubbio possiamo riuscire a sapere un po’ di più chi siamo noi”
(Josè Saramago).
Presenta la serata Virginia Salles.

INGRESSO LIBERO e GRATUITO fino esaurimento posti.

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL