Riviere-Hodgson Verrall Joan (1883-1962)

Joan Rivière tra Jones e Freud

treeriviNata nel 1883 a Brighton (Sussex), non riceve un’educazione universitaria.
A 17 anni va a vivere in una famiglia di Gotha in Germania per apprendere il tedesco, il che si rivelerà di grande importanza nel suo futuro di psicoanalista.
Analizzata da Jones in modo non continuativo (in particolare a causa di una tubercolosi di lei) negli anni 1916-1921, inizia presto a esercitare e a tradurre Freud in inglese.
Diventa la prima psicoanalista della British Society of Psychoanalysis a non avere titoli accademici.
L’analisi con Jones si dimostra a un certo punto insoddisfacente e allora Joan Riviere entra in analisi con Freud per poi ritornare a esercitare a Londra.
Il suo arrivo a Vienna è preceduto da una lettera, inviata a Freud il 22 gennaio 1922, in cui Jones fa un resoconto clinico della sua ex-paziente.
Freud comprende le potenzialità della Riviere e la sua utilità come traduttrice. Joan Riviere viene allora nominata Translator Editor dell’International Journal of Psycho-Analysis, carica che mantiene finoa al 1937.
Joan Riviere ricorda come, nella prima ora di analisi con Freud (l’anno è il 1922), proprio questi fosse stato il primo a parlare. «Bene, so già qualcosa sul suo conto: lei ha avuto un padre e una madre!» disse nell’occasione il padre della psicoanalisi. È interessante, a riguardo, il commento tra le righe della Riviere. L’intervento di Freud (il suo aprire l’ora analitica parlando) era «contrario alla regola». C’è di che avvalorare l’ipotesi di Kardiner sull’atteggiamento analitico di Freud.
Sull’International Journal of Psychoanalysis pubblica “Womanliness as a masquerade” (1929), “Jealousy as a mechanism of defence” (1932), “A contribution to the analysis of a negative therapeutic reaction” (1936), “On the genesis of psychic conflict in earliest infancy” (1936).
Del 1937 sono i due lavori (Odio, avidità e aggressività di Riviere, Amore, colpa e riparazione di M. Klein) pubblicati nel volume Amore, odio e riparazione (Hogarth Press).
Analista di Winnicott e Susan Isaacs, negli anni trenta e quaranta lavora a stretto contatto con Melanie Klein. Negli anni cinquanta i rapporti tra le due psicoanaliste subiscono un certo raffreddamento.

rivierb3 rivierb1

Links

Joan Riviere (in tedesco)

Joan Riviere (in inglese)

Bloomsbury and Psychoanalysis. An Exhibition of Documents from the Archives of the British Psychoanalytical Society

Seventy-five Years of Kleinian Writing 1920-1995. A Bibliography by R. D. Hinshelwood

OPERE

The Inner World and Joan Riviere: Collected Papers 1920 – 1958, Karnac Books, 1991 (Trad. it. Il mondo interno. Scritti 1920-1958 – Cortina, 1998). Il libro contiene anche un profilo biografico dell’autrice curato da Athol Hughes.

Recensione di M. Mancia, L’Indice del 1999, n. 05.

kleinianJanet Sayers, “Joan Riviere: Gendered Masquerades” in
Kleinians. Psychoanalysis Inside Out, 2000

rivierb2Edito da James Strachey,
tradotto da Joan Riviere.

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL