Hartmann Heinz (1894-1970)

Cherubino dell’Io

Albero analitico di Heinz HartmannViennese, specializzato in psichiatria, fa il suo training analitico a Vienna e a Berlino con Rado. Successivamente entra in analisi con Freud, che sembra non lo facesse pagare.
Nelle sue memorie Sterba ne parla come uno dei tre metodologi della psicoanalisi insieme a Kris e Waelder. E’ insegnante e analista didatta sia all’Istituto Psicoanalitico di Vienna sia all’Istituto Psicoanalitico di Parigi.
Dal 1933 al 1941 è editore dell’Internationale Zeitschrift für Psychoanalyse insieme a Federn e a Rado. Si trasferisce negli Stati Uniti nel 1941 dopo un passaggio a Parigi e in Svizzera. E’ insegnante e analista didatta all’Istituto Psicoanalitico di New York.
Dal 1952 al 1954 è presidente dell’Associazione Psicoanalitica di New York.
Dal 1951 al 1957 è presidente dell’Associazione Psicoanalitica Internazionale. Teorico della psicoanalisi, il suo primo importante scritto è pubblicato nel 1927 col titolo Fondamenti della Psicoanalisi.
Del 1939 è il volumetto Psicologia dell’Io e problema dell’adattamento. Gli articoli pubblicati nel ventennio 1939-1959 sono pubblicati nel 1960 col titolo Saggi sulla psicologia dell’Io. Quattro anni dopo pubblica, insieme a Kris e Loewenstein, gli Scritti di Psicologia Psicoanalitica. Dal punto di vista di Hartmann lo studio dell’Io promette di portare l’analisi più vicina al traguardo fissato da Freud e cioè quello di far diventare la psicoanalisi una psicologia generale.

Links

Heinz Hartmann (il capitolo, in inglese, scritto da Loewenstein e inserito nel volume Psychoanalytic Pioneers, curato da Alexander, Eisenstein e Grotjahn).

Heinz Hartmann (in inglese)

hartmab2Dopo che si è sviluppato come sistema a sé della personalità, l’Io dispone di energia neutralizzata … ciò è parte integrante della sua relativa autonomia da pressioni immediate interne ed esterne, e questa autonomia relativa rientra in una tendenza generale dello sviluppo umano.
E’ poi probabile che una parte dell’energia impiegata dall’Io non sia tratta (previa neutralizzazione) dalle pulsioni, ma appartenga fin dal principio all’Io…
La potremmo chiamare energia dell’Io primario.

hartmab1

Rudolph M. Loewenstein, Heinz Hartmann. Psychology of the Ego, in F. Alexander-S. Eisenstein-M. Grotjahn (a cura di), Psychoanalytic Pioneers, 1966 (nuova ed. 1995).

Gennaro Accursio, Manuelita Meloni, Alcune note sulla psicologia dell’1o di H. Hartmann, in Giornale Storico di Psicologia Dinamica, 22, 1987

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL