Lo psicoanalista Sigmund Freud secondo il catechismo del filosofo Michel Onfray

in Giornale Storico del Centro Studi di Psicologia e Letteratura, 14, Giovanni Fioriti Editore, Roma, 2012 – Estratto

Chi è Freud? Un: affabulatore, antifilosofo, anti-illuminista, avventuriero, evasore, fachiro postmoderno, fallocrate, impositore di mani, impostore, incestuoso, menzognero, misogino, mistificatore, occultista, ontologicamente omofobo, pessimo amante, pessimo ipnotizzatore, ex-praticante di balneoterapia, ex-praticante di elettroterapia, rapinatore di idee, superstizioso.

Freud è uno scienziato? No, è un teorico ammantato delle piume dello scienziato, un momento del movimento dei guaritori.

Freud ha inventato la disciplina psicoanalisi? No. Dobbiamo l’invenzione della psicoanalisi a qualcun altro.

Freud ha inventato l’inconscio? No. Dobbiamo l’invenzione dell’inconscio a qualcun altro.

Dobbiamo a Freud l’invenzione del lettino? No. Lo aveva già inventato qualcun altro.

Dobbiamo a Freud l’invenzione della terapia della parola? No. Ne aveva già parlato qualcun altro.

Dobbiamo a Freud il costrutto del carattere repressivo e patologico della morale sessuale corrente? No. Lo aveva già compreso qualcun altro.

Dobbiamo a Freud la scoperta del significato di lapsus? No. Lo aveva già scoperto qualcun altro.

Dobbiamo a Freud l’abolizione della frontiera tra normale e patologico? No. Lo dobbiamo a qualcun altro.

Cosa ha inventato allora Freud? Guarigioni di carta.

Cos’è allora l’inconscio freudiano? E l’inconscio di Freud.

Perché si racconta in giro che Freud ha inventato la psicoanalisi? Perché Freud ha eliminato gli inventori rivali attuando un autentico colpo di stato filosofico.

Perché Freud ha (non) inventato la psicoanalisi? Per vivere meglio con la parte buia di sé, per assassinare la filosofia, per dominare l’umanità.

Cosa caratterizza la psicoanalisi? Il rifiuto della storia, il diniego del reale, il discredito delle causalità materiali, una preferenza per il fantasma, il simbolo, il pensiero magico, la fantasia, la mitologia, la favola metapsicologica.

Freud crede nella psicoanalisi? No.

Il complesso di Edipo è universale? No,

Cos’è allora il complesso di Edipo? È il complesso di Freud.

Dove si colloca il complesso di Edipo che è il complesso di Freud? Nell’inconscio di Freud.

Cos’è l’attenzione ugualmente fluttuante? Una giustificazione del fatto che lo psicoanalista possa dormire durante la seduta.

La psicoanalisi guarisce? No.

Hai mai guarito un paziente Freud? No.

Che ne è delle guarigioni rivendicate da Freud? Sono guarigioni di carta. Freud impiega semplicemente il termine “guarigione”.

Quanto guadagna Freud a seduta? Secondo accurati calcoli circa 415 (quattrocentoquindici) euro a seduta (nel 1925).

Quanti soldi si ritrova in tasca Freud alla fine di una giornata di lavoro? Secondo accurati calcoli una somma corrispondente a 3.330 (tremilatrecento) euro.

Quanti soldi gli rende il lettino annualmente? Secondo accurati calcoli l’equivalente di 875.000 (ottocentosettantacinquemila) euro.

Quanti soldi gli rende l’Uomo dei Lupi? Secondo accurati calcoli l’equivalente di circa 500.000 (cinquecentomila) euro.

Qual è l’atteggiamento di Freud nei confronti dei propri figli e figlie? Freud è incestuoso nei confronti delle figlie e desidera la morte dei figli.

Qual è l’atteggiamento di Freud nei confronti dei dittatori? Freud è un sostenitore di Mussolini.

Qual è l’atteggiamento di Freud nei confronti dei nazisti? Vivi e lascia vivere, ma anche live and let die: si schiera ad esempio con loro contro Reich.

Cosa sono gli psicoanalisti? Una casta sacerdotale con un potere pretesco che si riproduce incestuosamente.

Cosa dire della letteratura sulla psicoanalisi? Tonnellate di carta inutile della quale non c’è nulla da salvare.

Cosa si può (e deve) opporre alla psicoanalisi? Una psicoanalisi esistenziale. E, col tempo, una psicologia concreta. Come del resto ha già detto qualcun altro.

Più o meno è di questo che si tratta nei due libri neri di Onfray (Crepuscolo di un idolo. Smantellare le favole freudiane, 2010, trad. it. 2011 e Apostille au Crépuscule, 2010). La Roudinesco si chiede perché tanto odio. Onfray, dal canto suo, ribadisce che nessuno psicoanalista ha contraddetto le sue conclusioni su Freud. Una qualche risposta alla domanda della Roudinesco si trova nello stesso, crepuscolare, libro di Onfray, forse anche nelle prime pagine, forse addirittura nella prima pagina. Ma è una risposta che non dico e che comunque non porta in nessun luogo interessante. Un’altra risposta sta dalle parti del titolo di questo breve intervento. Il Freud di Onfray è un Freud degno di figurare in un grigio libretto di catechismo. E tanto basta.

Condividi:
L'autore
Giorgio Antonelli
Giorgio Antonelli