Alexander Franz (1891-1964)

un anarchico conservatore

Psicoanalista di origine ungherese. Analizzato a Berlino da Sachs.
Dal 1924 insegna all’Istituto Psicoanalitico di Berlino.
Nel 1930 si trasferisce a Chicago. Due anni dopo fonda l’Istituto Psicoanalitico di Chicago. Nel 1939 fonda, insieme ad altri, la rivista Psychosomatic Medicine.
Nel 1932 pubblica sull’International Journal of Psychoanalysis l’articolo “Lo sviluppo della psicologia dell’Io” (tr. it. in Hendrik M. Ruitenbeek, a cura di,, Saggi di Psicologia Freudiana, 1966, Astrolabio, Roma, 1975).
Nel 1946, insieme ad altri autori (tra i quali Thomas French), nel contesto delle attività dell’Istituto di Chicago, pubblica Psychoanalytic Therapy. Principles and Application, che è un trattato sulla psicoterapia breve e nel quale si fa discorso di circa 600 casi clinici.
Insegnante universitario di psicoanalisi e psichiatria. Sulle orme di Ferenczi concepisce la terapia come un processo di trasformazione delle istanze superegoiche.
In ciò, nel riconoscimento di una centralità egoica, anticipa Hartmann, Kris e Loewenstein. Suoi anche lavori sulla medicina psicosomatica e sulla storia della psichiatria.
Psychoanalysis and Psychotherapy. Developments in Theory, Technique and Training è pubblicato da W. W. Norton&Company nel 1956. Alexander contesta Rado, secondo cui la ripetizione non è in grado di favorire l’insight, preconizza l’assorbimento psichiatrico della psicoanalisi e sostiene con forza la scientificità delle procedure di trattamento dei disturbi di personalità (a prescindere da chi effettua il trattamento e dalla particolare tecnica impiegata).
Nel 1966 esce Psychoanalytic Pioneers a cura di Alexander, Samuel Eisenstein e Martin Grotjahn.
L’esperienza emotiva correttiva, resa possibile da una regressione al trauma, è il metodo terapeutico di cui fa discorso Alexander. Anche in questo caso in forte consonanza con Ferenczi.

Links

La esperienza emozionale correttiva (capitoli 2, 4 e 17)

Precursors of Brief Strategic and Systemic Therapy: Franz Alexander Revisited

Franz Alexander (in inglese)

Franz Alexander (in inglese)

Franz Alexander In memoriam (in inglese)

Franz Alexander (in francese)

alexanb3There can be little doubt that the absorption of psychoanalytic theory and technique into the field of psychiatry in particular, and medicine in general, will become complete in the not-too-distant future (p.152)
…all treatment of personality disturbances should rest on the same scientific principles no matter who undertakes the treatment or what particular technique he employs. (p. 153)

Psychoanalytic therapy principles and applicationalexanb4

Martin Grotjahn, Franz Alexander. The Western Mind in Transition, in F. Alexander-S. Eisenstein-M. Grotjahn (a cura di), Psychoanalytic Pioneers, 1966 (nuova ed. 1995).

Erika S. Schmidt, “The Berlin Tradition in Chicago: Franz Alexander and the Chicago Institute for Psychoanalysis”, in Psychoanalysis and History. Volume 12, pp. 69-83, January 2010.

Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL