Vol. 9 – Legami di sangue

Legami di sangueVolume 9, ottobre 2009

Editoriale

Il nono numero del Giornale Storico affronta soprattutto la questione dei legami di sangue e lo fa, come da sua tradizione, secondo plurime ottiche.

Riccardo Zerbetto, nostro amico e collega, lo fa dal punto di vista del mito greco, di Edipo e dei Labdacidi, un punto di vista che si colloca certamente alle origini della psicoanalisi e del fare analisi.

Virginia Salles lo fa in un’ottica evolutiva che guarda oltre la famiglia così come oggi la conosciamo.

Roberto Cantatrione lo fa a partire da quell’indecidibile cuneo che separa o, anche, unisce tradizione e attualità, a cavallo tra ciclo del Graal, sangue blu e sangue artificiale.

Ferdinando Testa esamina la questione del sangue alla luce del trittico adolescenza-iniziazione-tossicodipendenza. Si tratta qui di una costruzione dell’identità psichica che sembra debba passare attraverso “una base biologica”: l’incontro della sostanza/droga con il sangue, appunto.

Amedeo Caruso, dal canto suo, inserisce i legami di sangue in una sorta di lavatrice psicoprofonda all’interno della quale si agitano panni sporchi e detersivi psicoanalitici. Del resto la psicoanalisi ha letteralmente a vedere con l’evento dello sciogliersi.

Nell’articolo di Antonelli è tutta la storia della psicoanalisi delle origini a essere visitata nell’ottica del sangue e, dunque, della “sanguanalisi”, ottica che il lettore può anche rivisitare sulle pagine del rinnovato sito del Centro Studi. Si veda a questo riguardo la sezione dedicata a psicoanalisti e psicoterapeuti: http://www.centrostudipsicologiaeletteratura.org/ultimapa.html. In essa chi legge trova elencati in ordine alfabetico oltre cinquecento tra psicoanalisti e psicoterapeuti (e il numero è ovviamente in progress) che rimandano ad altrettante schede di presentazione in cui figurano brevi note biografiche, bibliografie, curiosità, rimandi ad altri links, nazionali e internazionali, schede nelle quali si tratta soprattutto del fare analisi, dell’approccio dei vari autori alla tecnica analitica. Anche qui, ovviamente, vale l’ottica tradizionale del Centro Studi tesa a dare spazio ai (e confrontare i) vari indirizzi di psicoterapia.

Nella sezione “Viste” il lettore avrà modo di leggere, tra l’altro, la recensione che Simonetta Putti ha scritto su quello che è a tutti gli effetti il primo libro dedicato a Aldo Carotenuto, libro pubblicato nel 2008 e di cui è autore il nostro amico e collega Roberto Ruga. Al quale dobbiamo anche un contributo sui legami di sangue in relazione alla condizione dell’esser figlio ed eroe e alla psicoanalisi della madre (tematiche dalla riconoscibile ascendenza rankiana).

Da segnalare, sempre nella sezione “Viste”, i contributi “musicali” di Daria Viceconte e Amedeo Caruso e quelli “teatrali” di Daria Filippi. Più articolata la letteraria “vista” che ci offre il nostro collaboratore Alessandro Uselli.

Una nuova sezione si aggiunge a quelle già consolidate nei numeri passati: il “Seminario sulla Tecnica Analitica”. Alla sua origine si collocano la ricerca e le periodiche discussioni dei soci del Centro Studi, discussioni che godono di un filo diretto con le menzionate pagine del nostro sito. Abbiamo voluto iniziare con il testo di Heinrich Racker su transfert e controtransfert. Si tratta di una scelta che Aldo Carotenuto avrebbe senz’altro approvato, dal momento che di Racker ha sempre parlato con rispetto. Un “freudiano intelligente” era solito chiamarlo. La presentazione del testo di Racker, che dobbiamo a Simonetta Putti, è seguita da una presa in considerazione dell’archetipo degli inizi, di ciò che presiede all’inizio delle analisi, sul quale ha scritto lo junghiano Michael Conforti. Se ne è fatta carico Benedetta Rinaldi cui dobbiamo anche un contributo sulle preziose trasgressioni di Etty Hillesum.

Amedeo Caruso prosegue il suo racconto sul cinema italiano d’autore e le sue radici psicoanalitiche. Stavolta a colloquio con lui è la regista Giovanna Gagliardo che qui ringraziamo per la sua disponibilità.

Accogliamo infine con gioia l’articolo della nostra nuova “filosofica” socia Luisa de Paula, articolo dedicato al Male e redatto in ottica antropoanalitica.

Giorgio Antonelli

Indice

  • Editoriale
  • Giorgio Antonelli, Sanguanalisi
  • Amedeo Caruso, Panni sporchi in famiglia e detersivi psicoanalitici
  • Ferdinando Testa, Adolescenza, iniziazione e tossicodipendenza
  • Roberto Ruga, Legami di sangue: “Di chi sei figlio?”
  • Virginia Salles, Dal sangue alla rosa. L’evoluzione umana oltre la famiglia
  • Roberto Cantatrione, Il sangue fra tradizione e attualità
  • Luisa De Paula, Da limite naturale a malattia del mondo. Il Male Vicino sotto la lente dell’antropoanalista
  • Benedetta Rinaldi, Etty Hillesum: preziose trasgressioni
  • Riccardo Zerbetto, Labdacidi o delle vicissitudini tra potere e affetti nella dinastia di Edipo
  • Seminario di tecnica analitica
  • Viste
  • Amedeo Caruso, Alla ricerca delle radici psicoanalitiche del Cinema Italiano d’Autore. Incontro con Giovanna Gagliardo: Pubbliche virtù cinematografiche, appassionate visitazioni psicoanalitiche
Condividi:
L'autore
CSPL
CSPL