Psicologia della liberazione

Psicologia della liberazioneAldo Carotenuto

In questo volume sotto forma di dialogo Carotenuto tocca i temi della moderna psicologia dinamica comparandola con i più spinosi problemi culturali contemporanei. In particolar modo vengono sistematicamente confrontate le ideologie che sembrano dominare il mondo, dimostrando come dietro certe ideologie si nasconda un’esigenza di religiosità che, al pari della sessualità, ha subito un profondo processo di rimozione. Solo attraverso la riduzione di tale processo di rimozione è possibile per l’uomo riacquistare un equilibrio fra sentimento e ragione, equilibrio che coincide sempre con la libertà personale.

Estratto:

Il discorso sui maestri spirituali è identico: il maestro autoritario è quello che non ha la possibilità di intervenire e quindi si rifugia in una verità preconcetta; il maestro vero non è mai autoritario.

Io direi che è veramente una partita a scacchi, come diceva anche Freud riferendosi alle fasi iniziali di un’analisi, una partita a scacchi di cui solo le prime mosse sono ben note a tutti, anche ai principianti, e non implicano ancora una visione originale del gioco che si svilupperà. Il vero maestro di scacchi è quello che riesce sempre ad avere una visione globale della scacchiera. Chi non è un vero scacchista, può vincere solo sulla disattenzione dell’altro; così il cattivo analista, se talvolta gli succede di vincere, probabilmente ha solo trovato un avversario ancora meno “ricco” di lui. Attenzione però: l’avversario non è il paziente, ma la sua nevrosi. Infatti quando noi parliamo di “difese”, sappiamo bene che è la nevrosi che si difende, anche se naturalmente non può farlo che attraverso il paziente. Questa distinzione, che può sembrare puramente teorica finche il paziente si identifica totalmente con la propria nevrosi, diventa sempre più concreta via via che si avanza nel processo di individuazione. Tornando alla similitudine degli scacchi, il bravo scacchista come il bravo analista non è quello che conosce a menadito una certa strategia, ossia una certa teoria, ma quello che riesce a padroneggiare il gioco ad ogni mossa, secondo le prospettive che di volta in volta la partita gli presenta: una visione molto più vasta di quella che un qualsiasi manuale gli può dare.

Condividi:
L'autore
Aldo Carotenuto
Aldo Carotenuto
Aldo Carotenuto (1933-2005) Ha insegnato Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali all'Università di Roma