Jung e la cultura italiana

Jung e la cultura italianaAldo Carotenuto

Il volume si impone per un particolare valore storico. In esso, infatti, viene esaminata la cultura italiana dai primi del novecento ai nostri giorni, evidenziando al contempo come il pensiero di Jung si è andato diffondendo sul nostro territorio nazionale. Rivisitando informazioni e fatti, recuperando notizie, appunti, ricordi anche di personaggi famosi quali Fellini, Manganelli, Natalia Ginzburg, Musatti, Servadio, Bazlen ed altri, si profila un quadro che traccia la figura di Ernst Bernhard -I’analista che ha permesso la diffusione nel nostro paese del pensiero di Jung – e che rende il libro importante non solo nel suo obiettivo storico, peraltro attentamente conseguito. Carotenuto è stato testimone di molti fatti avvenuti in quel periodo e ha vissuto personalmente i momenti cruciali della formazione e dello sviluppo della psicologia analitica in Italia. E’ per questo che egli ha potuto ripercorrere le innumerevoli incomprensioni, fraintendimenti, preconcetti, denigrazioni che hanno colpito con frequenza il pensiero di Jung in Italia. Così il testo restituisce al lettore un’immagine che è spesso opposta a quella che molti hanno tentato di delineare per le ragioni più diverse. Per queste ragioni il libro di Carotenuto costituisce una lettura realmente propedeutica allo studio del pensiero di Jung.

Estratto

Il volume si impone per un particolare valore storico. In esso, infatti, viene esaminata la cultura italiana dai primi del novecento ai nostri giorni, evidenziando al contempo come il pensiero di Jung si è andato diffondendo sul nostro territorio nazionale. Rivisitando informazioni e fatti, recuperando notizie, appunti, ricordi anche di personaggi famosi quali Fellini, Manganelli, Natalia Ginzburg, Musatti, Servadio, Bazlen ed altri, si profila un quadro che traccia la figura di Ernst Bernhard -I’analista che ha permesso la diffusione nel nostro paese del pensiero di Jung – e che rende il libro importante non solo nel suo obiettivo storico, peraltro attentamente conseguito. Carotenuto è stato testimone di molti fatti avvenuti in quel periodo e ha vissuto personalmente i momenti cruciali della formazione e dello sviluppo della psicologia analitica in Italia. E’ per questo che egli ha potuto ripercorrere le innumerevoli incomprensioni, fraintendimenti, preconcetti, denigrazioni che hanno colpito con frequenza il pensiero di Jung in Italia. Così il testo restituisce al lettore un’immagine che è spesso opposta a quella che molti hanno tentato di delineare per le ragioni più diverse. Per queste ragioni il libro di Carotenuto costituisce una lettura realmente propedeutica allo studio del pensiero di Jung.

Condividi:
L'autore
Aldo Carotenuto
Aldo Carotenuto
Aldo Carotenuto (1933-2005) Ha insegnato Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali all'Università di Roma